Otturazioni

La pasta bianca (composito) si usa per curare i denti anteriori dove l’estetica è importante e la masticazione leggera. Si tratta di una resina che purtroppo si consuma o scolora nel tempo e ha una durata di una decina di anni se non applicata in zone dove influisce la masticazione. Usandola nei molari e premolari dura molto poco e grazie a fratture e microfessure tra pasta e dente si infiltra facilmente carie sotto questi otturazioni. Se tutti i molari sono già curati con il composito vediamo spesso un estremo abbassamento della dimensione verticale della occlusione grazie al fatto che la pasta si consuma in fretta già solo usando un spazzolino duro o elettrico.



Denti frontali superiori coperti con faccette in composito



Chiusura spazi interdentali con l'uso del composito.



Rifacimento di vecchie otturazioni in composito.



Mancanza di due incisivi laterali superiori. Modificata la forma dei canini superiori con composito così da farli assomigliare agli incisivi.


L'amalgama è una lega metallica che si usa nei molari e premolari per fare otturazioni forti che durano molto nel tempo (anche 25-40 anni) anche in zone con forti carichi. Nei ultimi anni la lega è diventata sempre più chiara ma non bianco. Noi crediamo che l’estetica di un molare sia meno importante della funzione e la durata dello stesso. Se un'otturazione è molto ampia e si cerca una soluzione più estetica l’unico modo giusto è fare una capsula che copre il dente e l’otturazione.



Otturazione di amalgama dell'ultima generazione molto più chiara di quella classica che si vede sui molari più in fondo.


Ricostruzioni a perno servano quando dalla corona del dente è rimasto poco e c’è bisogno di ancorare la ricostruzione alla radice con una vita in titanio che viene cementato e avvitato nel canale radicolare devitalizzato.



Ritrattamento del canale ed inserimento di un perno per ricostrire il dente.


Altri lavori